Panadapter SDR per FT-450D

Eccoci qua a parlare di come interfacciare una radio piuttosto moderna ad un ricevitore SDR su USB (ex. RTL-SDR) così da avere a video il waterfall della banda sulla quale stiamo lavorando. Ma non solo, potremo avere a disposizione anche i filtri che software come HDSDR e simili mettono a disposizione oppure potremo ricevere altre comunicazioni su frequenze adiacenti a quella in ascolto sulla nostra radio.

Come si fa? Dei diversi lavori pubblicati in rete, molti propongono di prelevare il segnale dalla media frequenza della radio. E su questo credo non si possa non essere d’accordo. Ovviamente il prelievo va fatto all’uscita del mixer ma prima del filtro di media frequenza, altrimenti addio spettro a larga banda. Altri propongono di collegarsi all’ingresso del primo mixer, dopo gli stadi di preamplificazione e di filtraggio di banda: in questo modo sfruttano l’agilità in frequenza del ricevitore SDR per sintonizzarsi dove preferiscono (indipendentemente dal VFO). Ma c’è un inconveniente, dopo i filtri di banda non si ha più tutto lo spettro HF a disposizione ma solo una ristretta porzione. In altre bande, VHF e UHF ad esempio, il discorso invece è fattibile perché il rapporto tra la larghezza di banda e la frequenza centrale (ex. 2 MHz a 145 MHz) è molto più basso.

In ogni caso questo “prelievo” di segnale va fatto bene limitando gli effetti indesiderati sulla catena di ricezione della nostra radio (calo dell’intensità del segnale, cambiamento di impedenza etc) ma non a tutti è chiaro questo concetto. Il risultato che si può ottere è mostrato in questo video.

Il lavoro qui proposto si basa sulla scheda IFace prodotta da TSP S.r.l. il cui scopo è quello di “replicare” un segnale senza “disturbare” la sorgente. In altre parole si tratta di un amplificatore a guadagno unitario a larga banda e ad alta impedenza di ingresso, ovvero di un buffer.

La scheda va installata all’interno della radio in una posizione possibilmente prossima ai circuiti del mixer di media frequenza.

Dalle seguenti immagini si può vedere la semplicità della installazione all’interno del FT-450D.

Il conduttore di colore rosso e quello nero sono utilizzati per alimentare il buffer attraverso la tensione di 13V interna alla radio. Il conduttore bianco è utilizzato per prelevare il segnale IF alla frequenza di 68,899 MHz e quello rosa per il segnale di TX (PTT).

Le immagini seguenti invece mostrano schema elettrico e layout della scheda di media frequenza così da capire dove collegare la IFace

Per maggiori informazioni e per acquistare la IFace visita https://www.tspelettronica.com/2019/01/19/iface/

Best 73 e buon divertimento de IZ0ABD

2 pensieri su “Panadapter SDR per FT-450D

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.