L’importanza di fare misure

A volte si dà per scontato che tutto funzioni correttamente, ma non sempre è così. E’ questo il caso del ripetitore radioamatoriale RU4 installato al Monte Terminillo che oramai da mesi disturba la frequenza di uscita di un altro ripetitore, il RU3a del Monte Tezio.

Nel video è presente una registrazione (del 29/11/2018) del suo beacon periodico. Si vedono chiaramente alcuni problemi:

  • la frequenza della portante è più bassa, rispetto alla nominale di 430.1 MHz, di circa 1.2 kHz;
  • la deviazione in frequenza è eccessiva rispetto alla canalizzazione di 12.5 kHz imposta per questo tipo di ripetitori;
  • la stabilità in frequenza non è molto elevata al punto che dallo spettrogramma è ben visibile come la traccia si sposti verso sinistra (frequenza più bassa) durante la trasmissione;
  • il segnale emesso, anche in assenza di parlato, occupa qualche kHz (dovrebbe esserci solo la portante a 430.1 MHz) – può essere dovuto ad un eccessivo livello di emissione del subtono? c’è qualche altro rumore sul segnale modulante?

Quando si trasmette è quindi buona norma controllare sempre ciò che la nostra antenna irradia, perché anche involontariamente potremmo arrecare disturbo ad altri. Questa analisi è stata fatta con un semplice ricevitore SDR connesso alla porta USB di un computer ed il software Console V.3.0.3: la spesa è minima, il risultato garantito.

Detto questo lascio a voi il giudizio con la speranza che presto potremo avere il ripetitore perfettamente centrato sulla corretta frequenza.

A qualcuno piace largo!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.